martedì 21 giugno 2016

Lolo | La commedia sofisticata di Julie Delpy




Donne quarantenni: single in vacanza, manager in città. E quando la conquista del weekend diventa qualcosa di più? Guardate LOLO!


Siamo in un film di e con Julie Delpy (Violette), certo sempre gradevole grazie alla sua presenza e al suo tocco riconoscibile, ma comunque un po’ stiracchiato. 
Un omaggio alla commedia sofisticata degli anni 30-40. 


La cosiddetta commedia degli equivoci, arricchita di gag, citazioni (un occhiolino alla cinematografia nostrana e a The dreamers di Bertolucci) e vecchie musiche da film. 


E di sophisticated comedy qui ce n’è parecchia: ci sono gli esponenti della borghesia, ci sono le differenze tra diverse classi sociali, ci sono dialoghi brillanti (la specialità della Delpy, con battute che richiamano l’umorismo Alleniano) e infine le continue gag che in questo caso purtroppo diventano addirittura eccessive. 


I tre personaggi principali sono molto forti a discapito dei secondari, nonostante sia proprio uno di questi ultimi ad avere il ruolo di deus ex machina, di potenza salvifica che tutto arrangia e tutto svela, anche quell’arcano che la Delpy tira un po’ troppo per le lunghe. 


Stile vintage e tono contemporaneo per ciò che concerne dialoghi e tematiche, tra le quali figurano il complesso di Edipo, il bullismo, l’happening artistico e il topos della donna quarantenne artistoide, nevrotica e irrimediabilmente single, da sempre riproposto con successo dall'autrice.



Per chi si diverte a trovare riferimenti cinematografici e culturali nei film (così come ovunque)...altra citazione nella locandina/titolo.

Se stai pensando alla Lolita di Kubrick non sei per niente fuori tema ;)



Approfondisci la carriera di Julie Delpy QUI e QUI

domenica 1 maggio 2016

Ritals | La web serie che racconta due italiani a Parigi


Due italiani a Parigi: due Ritals, direbbero i francesi (in modo scherzoso eeeh!).

Oggi RITALS è anche una web serie made in Paris, girata da quattro italiani espatriati che, tra risate e dialoghi brillanti, incarnano e giocano con gli stereotipi dei nostri tempi.

Come ci vedono i francesi? Com’è la vera a vita a Parigi per un expat? Quali sono quelle piccole situazioni quotidiane un po’ surreali che capitano quando si vive in un altro paese?

Una serie molto ironica e vera che fa incontrare/scontrare la simpatia “romanaccia” del tipico italiano all’estero con quello charme francese che ti conquista fin dal primo episodio. Risate assicurate!

Rigorosamente da vedere con amici parigini al seguito ;)

(Sottotitoli in francese!)


LINK YOUTUBE: RITALS la web serie

lunedì 28 marzo 2016

L'Amore Corto | Una piccola storia a New York


Dimmi che hai voglia di un corto brillante, di una commedia romantica italiana a New York, di una bella riflessione contemporanea sull’amore, e ti dirò cosa guardare!

Non perderti L’AMORE CORTO, scritto e diretto da Valentina Vincenzini, giovane regista italiana partita oltreoceano per regalarci uno spaccato reale e contemporaneo sulla vita e il cinema di oggi.
Una bella metafora cinefila, divertente ed acuta sull’amore dei nostri giorni:  sempre troppo corto, troppo social e senza soldi per l’attrezzatura.

E siccome siamo bravi con le metafore, L’AMORE CORTO  per me è stato come innamorarsi durante una vacanza a Parigi: un amore low budget -  io prenoto, se lo perdo non importa - ma SURPRISE!, eccolo sul tuo stesso volo di ritorno!  All’inizio hai paura che sia un corto come tanti, mal recitato e traballante, ma poi lo guardi, gli sorridi e ti lasci sedurre.

Un bel corto indipendente che ha girato i festival di mezzo mondo e forse più, e che ha fatto incontrare il Belpaese e la Grande Mela con ironia, charme e originalità. Un’idea geniale!

Da non perdere se anche voi sognate almeno un dolly nella vostra vita ;-)


Guarda il corto QUI 
Pagina Facebook L'AMORE CORTO